Mostafa Habibi -MH Visual Arts – A Journey into the mind & inside.

via Mostafa Habibi-MH Visual Arts- A Journey Into The Mind & Inside- Music : Kamal Koushan

Annunci

Mostafa Habibi-MH Visual Arts- A Journey Into The Mind & Inside- Music : Kamal Koushan

Mostafa Habibi-MH Visual Arts- New Inception (2013) A series of new Born

New Born

 New Inception (2013)A series of New Born

 Size for best print : 94 x 85    (cm x cm)

  Technique : Photoshop + CorelPainter

(Photo manipulation, Photography, Digital Art)DIGITAL ART.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mostafa Habibi-MH Visual Arts- UNKNOWN FACES-

Unknown Faces


Title : Unknown Faces (2014)
A series of Transfiguration of life II (Self-portrait)
Text Description of “Unknown Faces ” :

 

A man with pure life, but responsibility
for many sinners, for unknown organic revolution,
for confidential duties from dark waves,
who is sinners ? who is innocence ?
what reality face will come on next phase ?
when a good man goes to war ,
he is ready for the great battle !
his face changed into unknown faces,
in the unknown face, we have more choices,
transfigured face in the unknown road of life,
to show the power of the will and strong heart,
strong mind and powerful soul with true faith,
we need look in the future, not in the past,
we need face tomorrow on the song of sun,
we need forget whole the wrong pains,
freedom soon will come from the shadows,
no more empty days, no more place for hide,
the time will come for perfect evolution,
changes come closer and closer…

and time to majestic change !

Text (lyric) by Mostafa Habibi
“Based on the true story”

 

 

 

 

Giampiero Poggiali Berlinghieri-Ecosystem-Acrylic on canvas- Ecosistema-Acrilici su tela-(70×100 cm.)

1)Ecosistema acrilici su tela 70x100 2016

MARCELLO VANNUCCI

(….) Opere che vivono come fine a se stesse, che evitano di farsi messaggio l’impegno in questa sua misura le avrebbe poi avvilite di ogni possibile immortalità. Soltanto tramite di liberazione dal giornaliero: che è di tutta altra specie. Un orizzonte, che sia di passaggio a nuove linee di un cielo però tutto umano. Questi spazi di Poggiali come fuga in avanti; ed il vederli come liberazione dagli impacci. Strumenti, anche, per potere scoprire imprevedibili piaghe di giocondità, in un mondo che intero ora s’apra al tuo sguardo. Libero, perlomeno, di offrirti la speranza che niente ad esso sia mai preesistito, se non l’imprendibile scintilla che – unica – lo prevedeva come possibile.

(Dal catalogo, Giampiero Poggiali – Structural dream – Loggia d’e Rucellai, Azienda Autonoma di Turismo, Firenze 1982)

Giampiero Poggiali Berlinghieri- Thumbnail-Variations of an Ecosystem-Acrylic on canvas (100x70cm.)

 

 

1)thumbnail_Variazioni di unecosistema acrilici su tela cm100x70 2016

PIER CARLO SANTINI

(….) Per realizzare il più limpidamente possibile le sue composizioni, l’artista si vale di una stesura accuratissima, smaterializzando al massimo il colore sempre raffinatamente graduato in toni medi e in sapienti scalature che scandiscono piani e volumi. Anche viste sotto questo aspetto, le opere di Poggiali richiamano a una sensibilità che è in parte innata e in parte guadagnata nell’esercizio della pittura, con serena ricerca, quasi con gioia. La gioia di un uomo che nella conquistata maturità non rinuncia alla innocenza, come poté essere per Atanasio Soldati, dell’«eterno fanciullino».

Dal, catalogo fondazione Ragghianti, – Lucca 1972