Patrick Wachtl – Justifications of the worst Transgressions

16760_10152044049871494_1617038093_n (1)In this picture, and in previous drawings, I have attempted to emulate drawings that have haunting me since I was a child and other similar drawings that I was drawn to as an adult. The very first image that caught my attention was done with pencil on a wall in an abandoned home. My friends and I entered an unlocked door and found the house trashed with broken glass and debris. We wandered from room to room searching for mysteries. I entered a bedroom and found and old mattress on the floor, broken wooden furniture and cabinets and peeling wallpaper, dark and yellow with age. What caught my eye and drew me closer, and mesmerized me, were drawings I would never forget.

The story behind the house made the drawings even more bewildering and shocking. A family had lived there, a man, his wife and three small children. One night I had heard much commotion coming from the home – police cars, ambulances, screaming. The next day much gossip was spreading through the neighborhood. The story terrified me and my young friends. Apparently the husband went insane and was taken to what we as children referred to as the “nut house”. The adults used the words “insane asylum”. In either case, in our imaginations, these were not good places and images of horror entered our minds.

Weeks went by and we soon discovered that the house was empty. My friends and I, our curiosities unbearable, inched closer and closer each day to entering a place where a mad man lived. It wasn’t long before we entered and what we found overwhelmed us with excitement and dread.

The drawings I saw that day, scribbled on the walls, seemed to me not to be the drawings of children but perhaps by the man who went insane. This I believed because some of the scribbles had disturbing sexual imagery, or at least I thought they did, and the idea of sex at that time in my life was something to fear. Mostly the drawings were scribbles but what I saw in those scribbles was unbearable for me to look at yet I stood frozen at that wall for what seemed like hours, though in fact it was just a minute or so. Then I ran out of that room and out of that house as if I had seen the devil himself. We never went back in.

There were other drawings I kept noticing as a young adult which reminded me of the horror from that moment long ago. These drawings were actually graffiti done by teenagers and could be found on and underneath old auto and railroad bridges where we played. These were much more explicit sexually and more disturbing because of the lack of skill in which they were rendered. And still they left me feeling a great discomfort.

I began to notice more drawings as an adult which reminded me of those terrible images of my childhood. I found these in the office waiting rooms of doctors and dentists. Most waiting rooms had little chalk boards for children to entertain themselves during their long agonizing waits. I enjoyed them thoroughly and still do to this day and thankfully they no longer provoke that same sexual childhood fear. I like the way the boards would be continually erased leaving that smokey gray translucency with new fresh sharp lines drawn over the top of previous drawings, erased and smeared.

Later in life I made the decision to become an art teacher. Though my intention was to teach at the high school level I was first hired as an elementary teacher. My first art room did not have a blackboard but instead a marker board. I felt much disappointment. I soon learned to my great satisfaction that there were old blackboards in the school warehouse. I petitioned my principal with aesthetic arguments for the removal of the marker boards and installing the old blackboards. This was well received for as a new teacher I was much accommodated.

As young students we never dared touch the blackboards. They were sacred territory for the nuns who dominated over us. I was much more lenient as a teacher and let my young students draw freely on the boards. Ironically I began to recall the old sensations from my first glimpse of the wall scribbles by the mad man. I was also fascinated by the pencil scribble drawings on paper by the younger students and desired that same freshness and abandon in my own work.

The drawing done here is a digital attempt to capture the feeling of chalk scribbles, smeared and erased, drawn over again, smeared and erased, drawn over again, and over and over. Scribbling by an adult to some may seem unsophisticated however I do enjoy the feeling of complete abandon while scribbling as it brings much satisfaction and I find it quite relaxing. And often, to my great surprise and shock, sexual images sometimes may appear. I may be ready for the “nut house”

Patrick Wachtl

In questo quadro, e nei disegni precedenti, ho cercato di emulare disegni che mi hanno inquietante da quando ero bambino e altri disegni simili che è stato redatto io come un adulto. La prima immagine che ha catturato la mia attenzione è stato fatto con matita su un muro in una casa abbandonata. I miei amici e sono entrato una porta aperta e ha trovato la casa cestinato con vetri rotti e detriti. Abbiamo vagato da una stanza all’altra alla ricerca di misteri. Ho inserito una camera da letto e trovato e vecchio materasso sul pavimento, mobili rotti e armadi in legno e carta da parati, scuro e giallo con l’età. Ciò che ha attirato la mia attenzione e mi attirò più vicino, e mi ha affascinato, sono stati i disegni non avrei mai dimenticato. La storia dietro la casa i disegni ancora più sconcertante e scioccante. Una famiglia aveva vissuto lì, un uomo, sua moglie e tre figli piccoli. Una notte ho sentito molto trambusto proveniente dalla casa – auto della polizia, ambulanze, urlando. Il gossip giorno dopo molto si stava diffondendo attraverso il quartiere. La storia terrorizzato me e ai miei giovani amici. A quanto pare il marito è andato pazzo ed è stato portato a ciò che noi da bambini denominato “dado casa”. Gli adulti usato le parole “manicomio”. In entrambi i casi, nella nostra immaginazione, questi non sono stati buoni posti e le immagini di orrore è entrato nostre menti. Passarono settimane e abbiamo presto scoperto che la casa era vuota. Io ei miei amici, la nostra curiosità insopportabile, spostato lentamente avvicina sempre di più ogni giorno per entrare in un posto dove un pazzo ha vissuto. Non passò molto tempo prima che siamo entrati e quello che abbiamo trovato ci ha travolti con eccitazione e paura. I disegni che ho visto quel giorno, scarabocchiati sui muri, mi sembrava di non essere i disegni dei bambini, ma forse l’uomo che andava pazzo. Questo ho creduto perché alcuni degli scarabocchi erano inquietanti immagini sessuali, o almeno ho pensato che hanno fatto, e l’idea di sesso in quel momento nella mia vita era qualcosa da temere. Per lo più i disegni erano scarabocchi, ma quello che ho visto in quegli scarabocchi era insopportabile per me e allo stesso tempo mi trovavo congelati a quel muro per quello che sembrava ore, anche se in realtà era solo un minuto o poco più. Poi mi sono imbattuto fuori da quella stanza e fuori di quella casa come se avessi visto il diavolo stesso. Non siamo mai tornati in C’erano altri disegni ho tenuto notare come un giovane adulto che mi ha ricordato l’orrore di quel momento molto tempo fa. Questi disegni erano in realtà i graffiti fatto da adolescenti e può essere trovato su auto e sotto vecchie e ponti ferroviari, in cui abbiamo giocato. Questi erano molto più espliciti sessualmente e più preoccupante a causa della mancanza di abilità in cui erano stati resi. E ancora mi ha fatto sentire un disagio grande. ho cominciato a notare più disegni di un adulto che mi ha ricordato di quelle immagini terribili della mia infanzia. Ho trovato queste nell’ufficio sale d’attesa dei medici e dei dentisti. La maggior parte delle sale d’attesa di tabelloni po ‘di gesso per i bambini per divertirsi durante il loro agonizzante lunghe attese. Li ho goduto a fondo e fare ancora a questo giorno e per fortuna non hanno più paura che provocano lo stesso sessuale infantile. Mi piace il modo in cui le schede sarebbero continuamente cancellati lasciando che traslucenza grigio fumo con nuove linee taglienti fresca disegnato sopra la parte superiore dei disegni precedenti, cancellata e macchiate. tardi nella vita ho preso la decisione di diventare un insegnante d’arte. Anche se la mia intenzione era quella di insegnare a livello di scuola superiore mi fu assunto come insegnante elementare. La mia stanza prima arte non ha avuto una lavagna, ma invece un segnale imperativo. Mi sentivo molto disappunto. Ho imparato presto con mia grande soddisfazione che vi erano vecchie lavagne nel magazzino della scuola.Ho chiesto il mio principale con argomenti estetici per la rimozione dei pannelli indicatori e installare le lavagne vecchio. Questo è stato ben accolto per un nuovo insegnante ero molto accettata. Come i giovani studenti non abbiamo mai osato toccare le lavagne. Erano territorio sacro per le suore che hanno dominato su di noi.Ero molto più mite come insegnante e lasciare che la mia giovani studenti disegnare liberamente sulle schede. Ironia della sorte ho iniziato a ricordare le vecchie sensazioni dal mio primo sguardo gli scarabocchi muro dal pazzo. Ero anche affascinato dai disegni scarabocchiare la matita su carta da parte degli studenti più giovani e desiderava che la freschezza e lo stesso abbandono nel mio lavoro. Il disegno fatto qui è un tentativo digitale per catturare la sensazione di scarabocchi gesso, spalmato e cancellati, disegnato da capo , spalmato e cancellati, disegnato ancora una volta, e più e più volte. Scarabocchiare da un adulto ad alcuni può sembrare poco sofisticato ma mi piace la sensazione di completo abbandono, mentre scarabocchi in quanto porta tante soddisfazioni e mi trovo molto rilassante. E spesso, con mia grande sorpresa e shock, immagini sessuali a volte possono apparire. I può essere pronto per la “casa dado”.

Patrick Wachtl

Annunci

2 pensieri su “Patrick Wachtl – Justifications of the worst Transgressions

    • Thank You,Dear Patrick!
      Yes..I love Art!
      I’m searching a spaces d’art ,in order to make exposures in Europe……
      …I am trying collectors d’ art, Auctions…
      ..I put Art Works in My Spaces,Napol..europfashion…
      I must setting twitter and Linkedin in order to put the works that are here, also in this Social netwows…I hope that,in our future,we will be able to collaborate together in exposures!eheheh….Bye Dear Patrick

      Mi piace

      Rispondi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...